Home Amministrazione Trasparente BANDI DI CONCORSO
BANDI DI CONCORSO PDF Stampa E-mail

 

 

 

Il rapporto di lavoro dei dipendenti del Consorzio di Bonifica Adige Po è retto dalle norme di diritto privato racchiuse nel Codice Civile, nelle leggi speciali e soprattutto nei contratti collettivi nazionali specifici per i dipendenti e dirigenti dei Consorzi di bonifica, la cui disciplina normativa è totalmente distinta e diversa da quella del pubblico impiego. Mentre i costi del pubblico impiego sono a carico della finanza pubblica, quelli del personale dei Consorzi di Bonifica sono a carico dei proprietari di beni immobili dei Consorzi stessi.

Il POV (Piano di Organizzazione Variabile) del Consorzio di Bonifica Adige Po, con riferimento alla contrattazione collettiva di settore, stabilisce che spetta all'amministrazione consorziale stabilire di volta in volta se procedere all'assunzione di personale mediante chiamata o concorso pubblico.

L'ALLEGATO B del POV (Piano di Organizzazione Variabile) stabilisce le seguenti NORME DA OSSERVARE NELL’IPOTESI DI ASSUNZIONI PER PUBBLICO CONCORSO:

Spetta all’Amministrazione bandire i concorsi, nominare i componenti della Commissione giudicatrice e deliberare l’assunzione del personale in base all’esito del concorso.

1 - Contenuto del bando di concorso

Il bando di concorso porterà tutte le indicazioni utili risultanti dalla deliberazione che ha indetto il concorso e, comunque, le seguenti:

  1. a)            la qualifica messa a concorso;
  2. b)           i requisiti richiesti;
  3. c)            i documenti prescritti;
  4. d)           il trattamento economico nei suoi elementi costitutivi;
  5. e)           la durata del periodo di prova;
  6. f)            il termine per la presentazione dei documenti, la data e la sede per le eventuali prove d’esame.

2 -         Età minima richiesta in caso di assunzione per pubblico concorso

In caso di assunzione a tempo indeterminato per pubblico concorso è richiesta un’età, al momento della data di scadenza del termine per la presentazione della domanda fissato nel bando di concorso, non inferiore agli anni 18, salve le deroghe ammesse dalle leggi per i dipendenti dello Stato.

3 - Commissione giudicatrice

La constatazione della presentazione in termine dei documenti prescritti e della loro regolarità e la conseguente ammissione al concorso, la valutazione dei titoli di studio e delle attitudini degli aspiranti, la determinazione dei temi per gli eventuali esami e lo svolgimento di questi, la formazione della graduatoria dei concorrenti, verranno effettuati da una Commissione giudicatrice presieduta dal Presidente del Consorzio o da un suo delegato, e composta, oltre al Presidente ed ai membri di cui ai successivi commi secondo e quarto del presente articolo, da quattro membri per le qualifiche da coprirsi da laureati o diplomati, da due membri per le altre qualifiche, tutti scelti fra persone particolarmente competenti.

Della Commissione giudicatrice deve in ogni caso far parte un rappresentante del personale, di grado almeno pari a quello del posto messo a concorso, designato d’accordo dalle Organizzazioni provinciali dei Sindacati aderenti alle Organizzazioni nazionali firmatarie dei c.c.n.l..

La designazione di cui al precedente comma deve essere effettuata entro trenta giorni dalla richiesta fatta dall’Amministrazione e debitamente pubblicata.

Trascorso infruttuosamente tale termine, le Organizzazioni sindacali che non hanno provveduto ad effettuare la designazione decadono dal diritto di rappresentanza in seno alla Commissione giudicatrice. La Commissione sarà assistita da un Segretario.

4 - Formazione della graduatoria

Per stabilire la graduatoria, sarà tenuto conto oltre che dei titoli di cui all’art. 1 lettera b, anche degli altri titoli che gli aspiranti avessero a presentare a maggiore dimostrazione delle loro capacità generica e specifica.

Le nomine saranno effettuate secondo l’ordine delle rispettive graduatorie.

A parità di merito costituiscono titoli preferenziali, oltre quelli previsti dalle leggi per l’assunzione agli impieghi dello Stato e degli altri Enti pubblici, i servizi comunque prestati, con funzioni analoghe a quelle del posto messo a concorso e per durata adeguata, presso Consorzi di bonifica, di miglioramento fondiario, ed altri Enti similari, nonchè la frequenza ai corsi di aggiornamento per funzionari consorziali organizzato dall’Associazione Nazionale Bonifiche ed Irrigazioni.

5 - Comunicazione dell’esito del concorso L’assunzione verrà comunicata all’interessato mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, nella quale saranno indicati:

-              gli estremi del provvedimento di assunzione;

-              la natura del rapporto di lavoro (a tempo indeterminato o a tempo determinato);

-              le mansioni alle quali verrà adibito all'inizio del rapporto;

-              la qualifica, l'Area ed il profilo professionale di inquadramento, l'importo dello stipendio base

-              relativo al parametro assegnato e la sede abituale o l'ambito territoriale di lavoro;

-              la data di inizio del rapporto di lavoro e quella di cessazione se il rapporto è a tempo determinato;

-              la durata del periodo di prova;

-              la retribuzione nei suoi elementi costitutivi;

-              l’orario di lavoro;

-              il c.c.n.l. applicabile ed il relativo trattamento economico;

-              la precisazione che le mansioni e la sede o l’ambito territoriale di lavoro assegnati all’atto dell’assunzione potranno essere variati dal Direttore Generale con ordine di servizio vistato dal Presidente nel rispetto di quanto previsto al Titolo III punto 3.6.

L’assunto, entro dieci giorni dalla data di ricezione della notificazione della lettera, dovrà dichiarare per iscritto di accettare l’impiego e le condizioni relative.

In difetto, il rapporto si intenderà non costituito.

 

NON SONO STATI ESPERITI CONCORSI PUBBLICI NEGLI ULTIMI 5 ANNI E NON VI SONO CONCORSI PUBBLICI INDETTI O ATTUALMENTE IN CORSO.